Recensione Karma Grip GoPro Stabilizzatore: Prezzo e Opinioni

9

Il Karma Grip GoPro è il gambal che servirà per l’utilizzazione del drone Karma, per aumentarne stabilizzazione e fluidità d’immagini.

Si tratta quindi di un accessorio fondamentale in sospensione per l’uso migliorato delle riprese, il cui prezzo in commercio si aggira attorno ai 350 euro.

GoPro Karma Grip Stabilizzatore per Action Cam, Nero
  • Realizza video straordinariamente fluidi e privi di tremolii
  • Compatibile con i supporti per il corpo GoPro
  • Include imbracatura Karma per HERO5 Black
GoPro AAGCC-001 Custodia Karma Grip, Nero
  • Protezione costante per il Karma Grip
  • Rivestimento impermeabile
  • Interno sagomato
GoPro AGNCK-001 Prolunga Karma Grip, Nero
  • Installa lo Stabilizzatore Karma separatamente da Karma Grip
  • Crea configurazioni di montaggio sul corpo1 versatili
  • Lunghezza: 89 cm

Karma Grip GoPro Unboxing

Perchè sia perfettamente protetto durante il trasporto, il Karma Grip GoPro è contenuto in una confezione rigida e rettangolare, che per mezzo dei suoi colori scuri, ne evidenzia l’eleganza nella scelta dello stile.

L’elenco del contenuto viene espresso anche all’esterno, perché vi sia un maggior controllo dell’interno della confezione:

  • l’imbragatura già montata con sistema di stabilizzazione; l’impugnatura;
  • il cavo USB per la connessione al proprio PC e per la ricarica del prodotto;
  • la fascia da posizionare al polso di velcro e l’anello per consentirne l’aggancio mediante attacco a vite.

Recensione Karma Grip GoPro

L’esterno dell’impugnatura è in gomma antiscivolo, per garantirne una presa sicura ed è dotata di funzioni accessibili dal manico tramite tastini appositi:

  • il pulsante di scatto per iniziare e fermare le riprese video;
  • il pulsante Mode che si occupa di accendere e di cambiare le Mode di ripresa; il pulsante per tenere sotto controllo il tilt del gimbal;
  • il pulsante per impostare gli highlights direttamente nella camera;
  • i led che indicano lo stato di carica della batteria.

La porta USB per la ricarica è coperta da un gommino, in modo che risulta protetta.

Caratteristiche Karma Grip GoPro

Il Karma Grip alimenta continuamente la batteria del GoPro, consentendo alla camera di rimanere sempre attiva al 100%, ma riducendo di molto l’autonomia del gimbal, e sembra non ci sia una possibilità di eliminare o limitare questa funzione.

Per poterlo utilizzare, non bisogna avere necessariamente dimestichezza con questo genere di prodotti, perché risulta piuttosto immediato a livello di comprensione.

Premendo il pulsante Mode, infatti, si otterrà un allineamento immediato e si potrà iniziare a registrare.

Nella modalità di default il movimento del gimbal sarà affidato solo al suo tilt, purché sia sempre in asse con l’orizzonte.

Perché questo non avvenga, occorre premere due volte sul pulsante indicante la modalità.

Risulta possibile anche mantenere l’inclinazione della camera che meglio soddisfa il proprio bisogno, tenendo premuto il pulsante trigger fino alla decisione della posizione e poi rilasciarlo e riprendere.

Nonostante non ci sia un cursore, come in altri prodotti simili, si ha comunque la possibilità di roteare con le mani il tutto fino a giungere all’inquadratura desiderata: questa funzione di facile apprendimento, rende ancora più semplice l’utilizzo del Karma Grip.

GoPro Karma Grip Stabilizzatore per Action Cam, Nero
  • Realizza video straordinariamente fluidi e privi di tremolii
  • Compatibile con i supporti per il corpo GoPro
  • Include imbracatura Karma per HERO5 Black
GoPro AAGCC-001 Custodia Karma Grip, Nero
  • Protezione costante per il Karma Grip
  • Rivestimento impermeabile
  • Interno sagomato
GoPro AGNCK-001 Prolunga Karma Grip, Nero
  • Installa lo Stabilizzatore Karma separatamente da Karma Grip
  • Crea configurazioni di montaggio sul corpo1 versatili
  • Lunghezza: 89 cm

Altre caratteristiche

Il Karma Grip è compatibile con qualsiasi GoPro, purchè si tenga incontro il suo peso importante di 600 grammi.

Può essere utilizzato sotto la neve, oppure sotto una leggera pioggia, perch* non sopporta l’acqua eccessiva.

Nel caso in cui non vi sia una visione allineata, occorrerà lavorare alla calibrazione, ponendo il gimbal spento su di una superficie piana, preoccupandoci che i tasti siano rivolti verso l’alto e tenere premuto il pulsante del tilt per otto secondi.

Durante questa calibrazione l’intero sistema si accenderà e spegnerà più volte, fino a completamento.

E tu cosa ne pensi? Dubbi? Domande? Condividi l’articolo, oppure lascia un commento qui sotto!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.